Una seducente sospensione del buon senso

Novembre 2015. Un romanzo di fantasia e non una raccolta semiseria delle nostre cronache podistiche.

Il titolo, come al solito, spaventa la Mondadori. Ma nel titolo c’è tutta la storia.

C’è un momento nella vita in cui tutto sembra non funzionare: la famiglia è separata, i figli sono fuori casa, il/la compagna se n’è andata o è come se lo fosse, il lavoro c’è ma non ti da più soddisfazioni… e dentro cresce una gran voglia di mollare tutto.

Ma c’è una vocina dentro te che ti dice “Non farlo, come farai da vecchio? e dove trovi un altro lavoro comodo come questo?”
E’ la voce del buon senso che, ovviamente, ha ragione. Però tu senti forte la seduzione di sospendere per un attimo il buon senso e seguire l’istinto.

Questo è quello che capita a Gil, un 50enne in crisi che si mette in viaggio senza sapere bene dove sta andando.